“LE 1000 Voci di Partenope”

NA≥DOP

18 Nov 2016 Napoli, Napoli (IT) Free

Details

Time : 17,30 /20,00
Venue : PAN - PALAZZO DELLE ARTI
Address : Via dei MIlle 60
State : Napoli
Zip : 80121
Contact Email : info@nadop.it
Contact Website : http://www.nadop.it

Un viaggio nell’universo delle voci femminili nella musica partenopea dagli anni 50 ad oggi.

Terzo appuntamento per la rassegna “LE VOCI & IL GUSTO”, organizzata dalla Associazione Culturale NAPOLIDAORINPOI con il patrocinio della Regione Campania, dall’Assessorato al Cultura e Turismo del Comune di Napoli e realizzata nell’ambito dei programmi di Napoli Expost.

copertina_18XI

Intervengono :
Gabriella Rinaldi “Il progetto di NAPOLIDAORAINPOI & LE MILLE VOCI DI PARTENOPE “, tradizione e innovazione tra musica, luoghi d’arte e cultura del cibo”.
Antonio Bottiglieri “L’archivio storico della canzone napoletana, nuovi scenari, fruizioni e declinazioni possibili”. Special guest : Fausta Vetere “la voce, la musica e i 50 anni della Nuova Compagnia di Canto Popolare”.Alfredo D’Agnese : Le voci femminili nella scena partenopea dagli anni 70 ad oggi. Antonella Monetti : Bambenella, la Zucconas e un Guappo Innamorato : le canzoni per attrici di Raffaele Viviani.

“NA≥DOP & LE MILLE VOCI DI PARTENOPE”  apre un ciclo di seminari e laboratori, che dureranno per tutto il 2017, si svolgeranno in diverse location della città e saranno dedicati principalmente alle voci femminili nel canto, nella recitazione e nella poesia.

Interverranno cantanti, artiste, musicologi, critici musicali e tecnici del mondo della musica.

L’intento è quello di indagare le diverse sensibilità nella scena partenopea in relazione al loro tempo e indipendentemente dal genere musicale di appartenza.

La scena artistica musicale napoletana sta vivendo un momento di grande fermento, come non si vedeva da anni e fortunatamente crescono nuove generazioni di cantanti e artiste, che rompono con la tradizione e alimentano nuovi linguaggi. La speranza è che quanto prima, una maggiore consapevolezza e conoscenza delle energie in campo, possa contribuire a delineare una possibile mappa degli scenari futuri, favorendo la crescita e la maggiore diffusone di una cultura artistica di livello internazionale.